Marmo A Colazione

31 maggio 2010 – Cthulhu è nato a Foligno

In Video on giugno 2, 2010 at 9:46 am

Per chi non lo sapesse Cthulhu è il principale, nonché sacerdote, dei “Grandi Antichi”, abominevoli creature aliene che si insediarono sulla Terra quando ancora la vita terrestre era agli inizi. Egli infatti giunse con la sua progenie stellare (la cosiddetta “prole stellare di Cthulhu”) sulla Terra e fondò la leggendaria città di R’lyeh, nella quale fu imprigionato quando le stelle furono allineate correttamente (the stars come right). Alla vista, la sua manifestazione è di un’enorme sacca molliccia, viscida e flaccida, simile alla testa di un polpo ma gigante come una montagna. La pelle è elastica e traspare da essa l’interno osceno del suo corpo. Il colore interno è una sintesi di tutti i colori cadaverici mentre l’odore che emana è un concentrato dei più pestilenziali e putridi miasmi marini. La testa è contornata da tentacoli. I tentacoli finiscono con una specie di bocca nel cui interno si trovano tre denti acuminati. Tra i tentacoli si spalancano occhi fissi che osservano il tutto e il niente. Questa è la descrizione che si trova su wikipedia e che, suppongo, sia ispirata a dei passi di H.P. Lovercraft.

Il 31 maggio 2010 Cthulhu è stato evocato a Foligno, una città nella provincia di Perugia. A fare da sacerdoti sono stati un gruppo di artisti dediti alla musica elettronica e riconducibili sotto il nome “miniDISCHI” e la Joe Rehmer’s Tazer Room, un complesso di musica jazz che fa della sperimentazione una missione. I due gruppi sono stati protagonisti di una collaborazione durante un concerto nel festival “Young Jazz” di Foligno. La fusione di questi due elementi ha portato alla formazione di una melma inquietante, un marasma di luci ed emozioni dai contorni non definiti ma dal bagliore accecante. Una travolgente forma fangosa dall’aspetto minaccioso che non camminava in maniera regolare ma sembrava arrivare da ogni punto della parete per travolgere le nostre coscienze.  Quell’inquietante carica anomala che caratterizzava quella forma motosa, con i minuti ha iniziato a prendere possesso del mio corpo. Entrava dalle scarpe e dalle maniche della mia camicia. Ed una volta in me, riconobbi il suo volto, era Cthulhu.

Il video che vedrete vuole testimoniare tutto ciò. Questo è solo un estratto ed è quello che sono riuscito a registrare prima di perdere completamente coscienza. L’audio è pessimo il video ancora di più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: