Marmo A Colazione

Sufjan Stevens – All Delighted People (Ep): Recensione

In Recensioni on agosto 31, 2010 at 10:59 pm

Diario del capitano, data astrale – 2213084.889649924. Io, Sufjan Stevens, dopo aver esplorato ogni angolo remoto di sua maestà melodia sono finalmente tornato fra voi. Ebbene sì. Il giorno è giunto. Dopo 5 anni di attesa (interrotti solo dalla pubblicazione del progetto “The Bqe”) Sufjan Stevens è tornato fra noi e la sua entrata in scena è di quelle epiche, che difficilmente si scordano. Proprio mentre la terra stava per essere distrutta dal “laserone” di Lex Lutor che a colpi di dischi noiosi affliggeva il nostro 2010, ecco il cielo aprirsi per far spazio a ritorno di Superman dopo il suo ritiro spirituale su Krypton.

Sembrerò esagerato ma la “scomparsa” dalle scene di Sufjan stava iniziando ad assumere le fattezze mistiche dell’after incidente in moto di Bob Dylan (Fatte ovviamente le dovute proporzioni). A giudicare dall’entusiasmo e l’epidemia di superlativi con cui nei vari blog e webzine è stata accolto il ritorno di Sufjan, la sensazione è che quest’attesa abbia fatto di uno dei più grandi cantautori dell’ultimo decennio una vera e propria leggenda. Sufjan torna con un Ep chiamato “All Delighted People”, un tour e la promessa di un nuovo album “The Age of Adz”, in uscita il 12 ottobre. Abbiamo avuto la fortuna di ascoltare solamente la prima pubblicazione ed è di quelle che sconvolgono. “All Delighted People” è un Ep dalla durata di quasi un’ora che gira intorno a due versioni della title-track, una suite di una decina di minuti che Sufjan ha scritto qualche anno fa e suonato in alcuni live. Completano la pubblicazione alcune perle intimistiche e un’altra suite semi-strumentale di 17 minuti.

Sufjan Stevens esplora ogni angolo remoto della forma canzone e se ne esce con un progetto pretenziosissimo, che stonerebbe in mano a chiunque meno che a qualcuno capace di brillare di luce propria, per quanto talento, raffinatezza e genio riesce a racchiudere dentro di sé.

Annunci
  1. Ottimo Sufjan, ci mancava

  2. […] certo imbarazzo per la mia mancanza di competenze. Rimando quindi a critiche e pensieri in merito a questo lavoro. La prima traccia dura 11 minuti, la seconda 17. E’ raccolta tutta la complessità di […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: