Marmo A Colazione

Il più grande plagio di tutti i tempi

In Recensioni on novembre 8, 2010 at 10:10 am

A volte si vuole toccare il fondo. Altre volte vuoi metterti faccia a faccia con il male e sentire il fetore di zolfo entrare nelle tue narici, per ricordarti che aspetto ha il diavolo. Altre volte hai semplicemente bisogno di “Farti bestia per liberarti dal dolore di essere un uomo”. In tutti questi casi la risposta del sottoscritto si traduce nell’ascoltare la canzone “Meno male che Silvio c’è”.

Si potrebbe discutere per ore di quanto sia malefico il messaggio vergognosametne individualista che prende vita da ogni sillaba di questa simil-canzone, ma vorrei concentrarmi su altro. Se ne è parlato poco, ma “Meno male che Silvio c’è” ha ridefinito il concetto di Plagio. L’indecenza con cui questo pezzo ruba selvaggiamente da più parti senza alcun tipo di ritegno è sintomatico della politica dell’uomo che rappresenta. E’ questa sfacciata banalità che inquieta. Questo populismo melodico sfrenato sbattuto in faccia all’ascoltatore senza nessun freno morale.

L’intro del pezzo è clamorosamente plagiato da “Merry Xmas (War is Over)” di John Lennon (si possono quasi sovrapporre), l’inizio del verso ricorda moltissimo “Gente di mare” di Umberto Tozzi e tutto il resto della canzone è identica, e questo si sapeva già, a “Chiama piano” di Fabio Concato. Come se non bastasse, l’illuminato autore di “Meno male che Silvio c’è”, Andrea Vantini, è anche un bastardo patentato che ha querelato la Bbc, Erik Gandini e Sabina Guzzanti per “un uso improprio dell’inno”. In una società civile sarebbe seviziato da migliaia di Berlusconi arrappati per “un uso improrio del dono della vita”.

Per concludere il discorso sarebbe affascinante capire quanto sono colpevoli gli autori plagiati dell’oscenità di quest’inno. La loro combinazione di melodia e ritmo copiata è ciò che è alla base della bruttezza estrema di questa canzone. E’ forse colpevole Einstein per l’atrocità della bomba atomica? Che cazzo deve aver combinato John Lennon in vita per avere un karma così negativo da veder il suo inno per la pace ridotto a motivetto di un “Master of war”? Tutte domande a cui è difficile rispondere. Nel frattempo, per schiarirci le idee, guardiamo questo splendido video:

Annunci
  1. è l’ultima frontiera del messaggio subliminale…

  2. se questo è un uomo…
    persino Tozzi in “ti amo”
    si definisce un “un guerriero di carta igienica”…

  3. Presidente siamo con te, meno male che il plagio c’è

  4. Cerchiamo di fare ordine, e riportare le cose nella corretta prospettiva nanocentrica: gli altri (Lennon, Tozzi ecc.) creano i mattoni, lui è il luminoso Demiurgo che li mette insieme in un’unica struttura coerente e grandiosa. 😉

    Ti affascina il nanocentrismo musicale? Mi permetto un’autocitazione:
    http://afterfindus.com/2012/01/01/la-vera-traduzione-di-bohemian-rhapsody/

    P.S. Gran bel blog. Complimenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: